Città della Pieve

Liceo musicale è realtà. Primo corso da Settembre. Partiti i lavori a Sant’Agostino: il Comune investe 100 mila euro

Pubblicata il 12/03/2016

Il Liceo Musicale è realtà. Un sogno che si realizza per Città della Pieve che grazie al grande impegno dell’Istituto con il sostegno dell’Amministrazione comunale,  ha così potuto istituire il nuovo corso al quale si sono iscritti 22 studenti provenienti da una vasta area che si estende dal Trasimeno all’Orvietano e dalla Valnestore alla Valdichiana. Così, quando a settembre del 2016 si avvierà il nuovo anno scolastico all’Istituto “Italo Calvino” ci saranno 5 classi prime del liceo tradizionale, una classe prima per il professionale e la classe prima per il neonato liceo musicale. “Negli ultimi tempi  - spiega il sindaco Fausto Scricciolo -, è stato un susseguirsi di belle notizie attorno all'Istituto, che lo hanno visto protagonista di riconoscimenti Nazionali e Regionali per la eccelsa qualità raggiunta.
Accanto a questo si aggiunge un'ulteriore crescita di iscritti ed il nuovo indirizzo che da solo è testimonianza del carattere e del ruolo che sempre di più caratterizza Città della Pieve come centro artistico e culturale”. Il progetto liceo musicale si è avviato nell'estate del 2014 e dopo i confronti con Ufficio Scolastico Regionale, Provincia e Regione “che ringraziamo tutti per il grande sostegno e collaborazione” sottolinea Scricciolo , “Ora – continua-,  stiamo lavorando per rendere disponibile una residenza agli studenti che volessero soggiornare durante il periodo di studio. Stiamo ricercando anche nuove soluzioni per il trasporto scolastico per migliorare orari e collegamenti e siamo riusciti a far accordare le Regioni Umbria e Toscana per il superamento del doppio abbonamento finora necessario per le mobilità fuori regione. Al contempo si sta ricercando un collegamento più agevole in particolare dalla Valnestore e dalla direttrice Pievaiola. L' impegno diretto dell'amministrazione – ha concluso - è anche legato alla realizzazione delle aule speciali per il Liceo (un'aula attrezzata e un'altra insonorizzata) destinate alle attività didattiche e di laboratorio vista l'impossibilità di procedere direttamente da parte della Provincia. Già sono partiti i lavori nella parte nuova dell'adiacente plesso di Sant'Agostino con adeguamenti strutturali e rifacimento dei servizi per una spesa complessiva di circa 100 mila euro a carico dell’Amministrazione comunale”.
Una scelta impegnativa quella del liceo musicale, “in cui abbiamo fortemente creduto, - conclude il sindaco - prima fra tutti la nostra preside, Rita Albani. Grazie al suo contagioso entusiasmo ora dobbiamo con celerità lavorare per realizzare quelle aule che a Settembre dovranno ospitare un'altra ventina di quei stupendi ragazzi che ci regalano ancora un sorriso e una speranza. L'auspicio è che il progetto cresca negli anni e che consenta a Città della Pieve di diventare riferimento per la musica ed ai giovani di trovare una risposta alla crescita formativa ed al talento”.

Facebook Google+ Twitter