Città della Pieve

“Calvino”, il Liceo Musicale è realtà. L'investimento del Comune e collaborazione con il Conservatorio

Pubblicata il 06/02/2016

Si è tenuta questa mattina nell'aula “Palomar” del Liceo Calvino di Città della Pieve, la conferenza stampa di presentazione del nuovo Liceo Musicale. “Un sogno che i ragazzi condividono con noi – ha spiegato la dirigente scolastica Rita Albani, sottolineando che – E' stato reso possibile grazie alla collaborazione con l'Amministrazione comunale e con il Conservatorio di Perugia, perché i sogni si realizzano con cose concrete, locali e servizi che solo un'amministrazione può fornire”. “Felicissimo di questa iniziativa”, si è detto il direttore del Conservatorio Francesco Morlacchi di Perugia, Piero Caraba: “E' importante sottolineare che il Maestro Carlo Pedini, è stato nominato quale delegato ufficiale a tenere il rapporto tra il Francesco Morlacchi di Perugia e il nascente Liceo Musicale di Città della Pieve, questo grazie ad un protocollo di intesa che permetterà anche, ai diplomati del “Calvino”, di accedere al conservatorio senza esame di ammissione. Ma sotto il profilo didattico questo Liceo consentirà una vera e propria educazione alla bellezza. - Ha spiegato Caraba - Cos'è che educa alla bellezza più della musica? La musica è la più immateriale delle arti, il suo processo di apprendimento necessita una sensibilità speciale che va dall'emozione verso la logica e non viceversa. Il processo estetico, ecco perchè l'importanza del Liceo Musicale, quello di un'apertura mentale e dei conseguenti strumenti con cui dare forma all'arte”. “La crescita dell'offerta formativa nel polo didattico è uno degli obiettivi di questa amministrazione – queste le parole del sindaco Fausto Scricciolo - ed attraverso la costituzione del nuovo Liceo Musicale si persegue questa finalità con un indirizzo che si sposa appieno con la nostra identità e realtà culturale che è ricca di storia e di arte. L'Ente sta facendo la sua parte con tutta una serie di opere”.  Il Liceo Scientifico Musicale di Città della Pieve rappresenterà un'esclusività a livello regionale, in un'istituto che è già sul podio della classifica dei migliori Licei dell'Umbria. 

Il progetto liceo musicale si è avviato nell'estate del 2014 e dopo i confronti con Ufficio Scolastico Regionale, Provincia e Regione “che ringraziamo tutti per il grande sostegno e collaborazione” ha sottolineato Scricciolo, ma ora, “Stiamo anche lavorando per rendere disponibile una residenza agli studenti che volessero soggiornare durante il periodo di studio. Stiamo in questo periodo ricercando anche nuove soluzioni per iltrasporto scolastico, per migliorare orari e collegamenti. Già siamo riusciti a far accordare le Regioni Umbria e Toscana per il superamento del doppio abbonamento finora necessario per le mobilità fuori regione. Al contempo si sta ricercando un collegamento più agevole in particolare dalla Val Nestore e dalla direttrice Pievaiola. L' impegno diretto dell'amministrazione – ha concluso - è anche legato alla realizzazione delle aule speciali per il Liceo (un'aula attrezzata e un'altra insonorizzata) destinate alle attività didattiche e di laboratorio vista l'impossibilità di procedere direttamente da parte della Provincia. La realizzazione è prevista nella parte nuova dell'adiacente plesso di Sant'Agostino con adeguamenti strutturali e rifacimento dei servizi per una spesa complessiva di circa 100 mila euro”. 

I lavori verranno avviati a breve e saranno completati nel corso dell'anno. Accanto alle aule speciali si è resa disponibile la adiacente Sala di Sant'Agostino, strutturalmente adatta ad esibizioni, prove e concerti. La vocazione culturale di Città della Pieve trova in questa nuova offerta formativa la più autentica e concreta dimostrazione. L'auspicio è che il progetto cresca negli anni e che consenta a Città della Pieve di diventare riferimento per la musica ed ai giovani di trovare una risposta alla crescita formativa ed al talento.


Facebook Google+ Twitter