Cittā della Pieve

UNA SCELTA IN COMUNE: INFORMATI, DECIDI E FIRMA.

Pubblicata il 10/12/2015

Prende il via anche a Città della Pieve il progetto "UNA SCELTA IN COMUNE". Sciolti i cavilli burocratici e testati i collegamenti informatici con il SIT (Sistema Informativo Trapianti)  da Dicembre i cittadini potranno esprimere la propria volontà sulla Donazione degli organi e dei tessuti in occasione del rilascio o del rinnovo della Cartà d'Identità.


Come funzionerà? Da oggi in poi quando un cittadino pievese si recherà all'Ufficio Anagrafe per richiedere o rinnovare la carta d'identità gli verrà consegnato un modulo dichiarativo con cui potrà esprimere il consenso o il diniego alla donazione degli organi e tessuti. Questa scelta non è irrevocabile quindi può essere modificata successivamente con una nuova dichiarazione.

La testimonianza. Stefano Selva, trapiantato di midollo osseo, è stato invitato dal Sindaco a essere il testimonial dell' iniziativa e ha cosi commentato: “Sono molto sensibile all'argomento proprio per il mio passato, anche se nel mio caso ho ricevuto il Dono della Vita da un vivente, ed in questi mesi ho collaborato affinché questa procedura fosse avviata anche nel nostro Comune,  trovando subito grande disponibilità e collaborazione nel sindaco Fausto Scricciolo e nella responsabile dell'ufficio anagrafe Fallarino Rosanna che si sono dimostrati sensibili all'argomento, per cui nell'arco di poco tempo siamo riusciti ad attivare il sistema. Purtroppo a volte si tende a girare alla larga dall'argomento, finché non si viene toccati da vicino,  e c'è la "pigrizia" di doversi recare alla ASL o presso l'AIDO, ma questo nuovo canale e la "comodità" di poterlo fare in tale occasione sicuramente ci aiuta. Penso  che la donazione un grande gesto di civiltà e di solidarietà verso coloro che attendono un organo per sopravvivere e ricominciare ad assaporare il gusto della Vita. Io stesso nelle mie attività di sensibilizzazione successive al trapianto ho avuto occasione di conoscere e correre su un campo da calcio in partite di beneficienza con persone trapiantate di cuore, rene, fegato, polmoni che senza il gesto prezioso di qualcuno non sarebbero forse più vive”.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI VISITARE IL SITO DELLA REGIONE UMBRIA (clicca qui)  pagina Facebook (clicca qui)
    DAL 2006 LA REGIONE UMBRIA È IN PRIMA LINEA PER IN­ FORMARE  I CITTADINI  SULLE MODALITÀ PREVISTE  DALLA  LEGGE ITALIANA (Legge n. 91 del 1 aprile 1999) PER DICHIARARE LA PROPRIA VOLONTÀ SULLA DONAZIONE  DI  ORGANI  E TESSUTI.  Un  impegno costante per sostenere la donazione quale gesto di responsabilità e di altruismo. Grazie ai progressi della medicina, il tra­ pianto è una terapia efficace e sicura che offre una concreta possibilità  di cura ai pazienti iscritti in lista  d'attesa.

  DA OGGI QUESTO   IMPEGNO   SI RAFFORZA. La regione Umbria e Federsanità Anci lanciano "Una scelta in Comune", un progetto­ pilota per permettere a chi richiede o rinnova la carta d'identità di esprimere  il proprio  consenso o diniego alla donazione, firmando un  semplice  modulo. Questa possibilità, introdotta di recente (Legge di Conversione 26 febbraio 2010 n. 25, nota come ''Milleproroghe"), include nelle vigenti modalità di registrazione della propria volontà anche gli  uffici  anagrafe  dei Comuni.


Facebook Google+ Twitter