Città della Pieve

Sua Eccellenza Gualtiero Bassetti in vista pastorale a Città della Pieve. Il Cardinale, “Tessuto sociale ricco di valori, verrò a vivere qui dopo la pensione”

Pubblicata il 21/11/2015

Il cardinale Gualtiero Bassetti è arrivato a Palazzo Fargna alle 9.00 di oggi (sabato 21 novembre), accolto dalla polizia municipale, dai dipendenti e dal sindaco Fausto Scricciolo. Nella sala del consiglio, alla presenza di tutti i consiglieri e del personale dell’amministrazione, della autorità di pubblica sicurezza e dei sacerdoti il primo cittadino ha rivolto a sua Eminenza i saluti della cittadinanza “Città della Pieve – ha detto Scricciolo - che  in questi giorni si onora della Sua presenza, vive con  preoccupazione un periodo di incertezza e di paura che si accompagna al susseguirsi di fatti gravi e dolorosi. Questa preoccupazione e questo timore ci accomuna a tante altre Città d'Italia, d'Europa e del Mondo. Accogliamo la sua visita come testimonianza di vicinanza e di pace, e come occasione per richiamare tutti noi ai principi più alti e nobili che legano ogni comunità, in difesa della vita, della libertà, della giustizia e della solidarietà”. Il sindaco ha poi auspicato una maggiore presenza del Cardinale nella sua residenza pievese e gli ha rivolto un augurio per i proseguo dell’attività di visita pastorale. Sua Eminenza nel ringraziare, ha sottolineato la sua vicinanza alla popolazione, non nascondendo le preoccupazioni legate sopratutto alle attività economiche in difficoltà, ha sottolineato l’importanza della presenza nel territorio pievese del Monastero di Santa Lucia, quale luogo dell’elevazione spirituale, di cui beneficia l’intera comunità. Il cardinale si è rallegrato inoltre nel constatare un tessuto sociale comunque vivo e sano e attento ai valori culturali, tradizionali e di legame con il territorio nell’incontro avuto con i tre Terzieri. Ha quindi ricordato gli importanti incontri avuti nella giornata di ieri, con le scuole, dove ha riscontrato un buon copro docente e un’alta attenzione e preparazione dei ragazzi che gli hanno rivolto interessanti quesiti. Sua Eminenza ha quindi ricordato le visite alla casa di riposo e all’ospedale di Città della Pieve. Quindi, dopo aver ricevuto un dono dall’amministrazione comunale, ha vistato Palazzo Fargna e gli uffici complimentandosi con il sindaco per l’attenzione che l’amministrazione rivolge alla cura della Città nella quale – ha spiegato – si augura di poter trascorrere i giorni della sua pensione. 

Il discorso del Sindaco 

Sua Eminenza,
La accogliamo in mezzo a noi e le diamo il benvenuto nella nostra Città, in questo Palazzo ed in questa Aula Consiliare.
Città della Pieve, che in questi giorni si onora della Sua presenza, vive con preoccupazione un periodo di incertezza e di paura che si accompagna al susseguirsi di fatti gravi e dolorosi. Questa preoccupazione e questo timore ci accomuna a tante altre Città d'Italia, d'Europa e del Mondo. Accogliamo la sua visita come testimonianza di vicinanza e di pace, e come occasione per richiamare tutti noi ai principi più alti e nobili che legano ogni comunità, in difesa della vita, della libertà, della giustizia e della solidarietà. E' l'occasione per richiamare tutti noi all'impegno quotidiano, in servizio della nostra gente, affinché sia sempre al centro della nostra azione e delle nostra responsabilità. E' un invito che rivolgo a tutti noi a continuare il lavoro intrapreso per promuovere la costruzione del bene comune.
Questo Consiglio Comunale e questa intera Amministrazione, che oggi ricevono la Sua visita, lavorano con umiltà, dedizione e passione, affinché possano essere soddisfatti i bisogni di tutti i cittadini in modo equo e giusto, cercando di ascoltare tutti ed in special modo i più deboli e bisognosi. Ci auguriamo che questo spirito di servizio possa sempre essere presente qui ed ad ognuno di noi e siamo certi che in questo potremmo trovare sempre in Lei un sicuro sostegno e conforto.
Vorrei interpretare la Sua presenza in mezzo a noi, come segno di speranza e punto di riferimento, per superare le difficoltà quotidiane, le situazioni più difficili, gli eventi più tristi. Il calore con cui viene accolto in ogni angolo di questa Città è la dimostrazione dell'affetto che questa comunità nutre nei suoi confronti e lo stimolo affinché questa presenza possa sempre essere la più costante e frequente possibile e possa appagare l'aspettativa di quanti la vorrebbero, nei limiti del possibile e nelle pause tra i tanti impegni, presente nella sua residenza a Città della Pieve, come accade in questa occasione di cui ci fa dono e di cui le siamo grati.
Eminenza, voglia consentirmi di rivolgerLe i migliori auguri per la sua visita pastorale e la speranza di poter nuovamente in futuro veder risplendere il suo sorriso in questa Aula ed in questa Città. 

Fausto Scricciolo

<i .="" a="" accogliamo="" ai="" al="" align="\" justify\""="" alti="" azione="" bene="" centro="" che="" color="\" #000000\""="" come="" continuare="" costruzione="" del="" della="" delle="" di="" difesa="" e="" font="" font-size:="" giustizia="" il="" impegno="" in="" intrapreso="" invito="" la="" lavoro="" legano="" line-height:="" nobili="" noi="" nostra="" occasione="" ogni="" p="" per="" principi="" promuovere="" richiamare="" rivolgo="" sempre="" servizio="" sia="" style="\" margin-bottom:"="" sua="" testimonianza="" tutti="" un="" vicinanza="" visita="">

Facebook Google+ Twitter